lunedì 30 gennaio 2012

bolle di cioccolato e tonno affumicato

Mancano 2 settimane a san valentino e anche per quest'anno i miei preparativi cominciamo presto.
Così qualche giorno fa, avendo ospiti a cena, ho voluto provare dei mini panini al cioccolato, da servire come amuse bouche ... cioè da bocconcino, prima dell'antipasto, per prepararsi alla cenetta!!!!
ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr di farina 00
  • 50 gr di cioccolato fondente 50%
  • 1 noce di burro
  • 10 gr di lievito di birra
  • mezzo cucchiaino di sale fino
  • 100 gr di acqua
  • 100 gr di tonno affumicato
  • qualche foglia di insalata riccia
  • alcuni chicci di melograno
  • olio
  • sale 
  • pepe
In un pentolino sciogliete burro, cioccolato e acqua, lasciate intiepidire ed aggiungete il lievito.
Impastate con la farina ed il sale, create una pallina morbida di impasto e lasciatela lievitare, coperta con un canovaccio per un ora.
Mentre aspettiamo che lieviti l'impasto, prepariamo un'emulsione di sale, pepe, i chicchi di melograno schiacciati con la forchetta e l'olio.
Condiamoci il tonno e mettiamo in frigo coperto con pellicola.
Prendiamo l'impasto lievitato, ricaviamone tante palline grandi come noci, mettiamole a rilievitare su una teglia da forno per mezz'ora.
Cuociamole per 20 minuti a 210°.
Una volta tiepide, tagliamole in due, farciamole con una fettina di tonno marinato ed una foglia di insalata.
Fermiamo tutto con uno stuzzicadenti e serviamo.
Non ci crederete, ma il cioccolato, che nell'impasto avrà perso la nota dolciastra, con il tonno si sposa benissimo e prepara la bocca all'esplosione di piccoli piaceri culinari che vi proporrò nei prossimi post per san valentino!

GIRELLE DI PIZZA

Non saremmo italiani se non avessimo una passione che ci accomuna....la pizza!
E così ognuno ha la sua ricetta, la sua farcitura preferita  e addirittura la propria interpretazione per forma o ingredienti...insomma comunque la mettiate, W la pizza!!!
quella di oggi è la mia interpretazione di una ricetta del maestro Luca Montersino, che propone tra le sua ricette di pasticceria salata, delle girelle di pan di mozzarella.
io però, avendo il moroso allergico ai formaggi, ho dovuto riadattare tutta la ricetta e il risultato....è stato fantastico!
ingredienti per 30 girelle:

  • 200 gr di farina 00
  • 10 gr di lievito di birra o 100 gr di lievito madre
  • 50 gr di latte intero
  • 50 gr di panna fresca
  • 10 gr di burro
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • un pizzico di zucchero
  • 100 gr di concentrato di pomodoro
  • origano secco
In una scodella misceliamo il latte, la panna ed il burro sciolto, aggiungiamo lo zucchero ed il lievito, mescoliamo bene e aggiungiamo 2 cucchiai di farina.
Mescoliamo bene e mettiamo a riposare per 10 minuti.
Così facendo, prepariamo una specie di poolish, e diamo al lievito un aiutino!!
disponiamo la farina a fontana sulla tavola per impastare, mettiamo il sale in un angolino, e versiamo nella fontana il composto di latte e lievito.
Lavoriamo energicamente per almeno 10 minuti, poi copriamo il panetto e lasciamolo a riposare in frigo per mezz'ora.
Nel frattempo misceliamo il concentrato di pomodoro e l'origano, aggiustiamo di sale se necessario.
Prendiamo il panetto, stendiamolo in un rettangolo alto 1 cm, stendiamoci su il pomodoro e delicatamente arrotoliamolo e riponiamolo in freezer per 10-15 minuti.
Quando il panetto sarà ben freddo, tagliamo le girelle ad uno spessore di 1/2 cm, stendiamole sulla teglia da forno e lasciamole a lievitare per un'ora.
cuocete le girelle a 220° per 5-6 minuti.
sono ottime anche farcite con del pesto, o con degli spinaci e mozzarella tritati....
provatele e fatemi sapere!

mercoledì 18 gennaio 2012

stellina di gamberetti con cipolle di tropea

vi presento un altro antipasto tra quelli che ho proposto per capodanno, un piatto semplice semplice, agrodolce, ma non eccessivamente pungente.
Vi consiglio, se non amate particolarmente i sapori agri, di sbollentare per un minuto sia i gamberetti che le cipolle in acqua salata e conditeli solo con una spruzzata di limone, olio e sale.
ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr di gamberetti baffetto sgusciati
  • 2 cipolle di tropea
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • olio evo
  • nepitella
  • il succo di un limone
  • 1 cucchiaio di aceto bianco
prendiamo i gamberetti e lasciamoli marinare con il succo di limone, l'olio, il sale e qualche foglia di nepitella, copriamo e lasciamo marinare per 2 ore.

affettiamo le cipolle sottilmente, saliamole e lasciamole sgocciolare per una mezz'oretta.
successivamente, sgoccioliamole e condiamole con lo zucchero, l'aceto e un filo d'olio. lasciamo macerare per un ora e mezza.
trascorso le 2 ore, impiattiamo il tutto, disponendo un ciuffo di cipolle, sgocciolate con una cucchiaiata di gamberetti, uniamo un filo d'olio e serviamo.
possiamo anche prepararlo d'anticipo, come ho fatto io, con dei coppa pasta, e trasferire tutto in frigo fino al momento di servire.
se non trovate la nepitella, potete sostituirla con del basilico, ma l'effetto sarà totalmente diverso, vi consiglio di provarli entrambi!!

martedì 17 gennaio 2012

seppioline allo zenzero su letto di hummus

questa che sto per presentarvi fa parte del buffet che ho realizzato per San Silvestro, in realtà avrete sentito parlare spessissimo di passatina di ceci, crema di ceci con cicale croccanti e ogni altro pesciolino... io invece, essendo amante dei contrasti, delle spezie, e sopratutto, trovandomi a preparare un buffet, che si sarebbe sicuramente freddato poi durante la festa, ho pensato all'hummus, che è un antipasto a base di ceci tipico del libano e dei paesi del medio oriente, che viene usato sopratutto come salsa di accompagnamento o entreè, con verdure fresche in pinzimonio, pita  o pane azzimo .
io lo realizzo spessissimo, potrei dire che crea quasi dipendenza e sopratutto, vi giuro che tra tutti i commensali, non ce n'è uno che abbia capito che fosse a base di ceci; anzi tutti che si interrogavano su che tipo di pesce ci fosse in quel patè!!!!
io lo realizzo in una versione un po italianizzata, senza tahina(pesto di sesamo) curry e cumino.
l'ho accompagnato a delle seppioline piccole tenere, saltate nel wok per 3 minuti.
ecco la ricetta per 4 persone:

  • 250 gr di ceci in scatola al naturale
  • 1 limone
  • zenzero fresco
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale, pepe
  • olio EVO
  • prezzemolo
  • 4 seppioline piccole
Spremiamo il limone, teniamone da parte il succo. Puliamo le seppie, incidiamo a croce la parte esterna e condiamole con zenzero grattugiato, sale, pepe, un filo d'olio e il prezzemolo.
Copriamo e teniamo da parte.
prepariamo l'hummus: nel bicchiere del frullatore mettiamo i ceci sgocciolati, lo spicchio d'aglio, una presa di sale , il succo di limone e qualche cucchiaio di acqua calda.
Frulliamo il tutto fino ad ottenere un purè denso. Aggiustiamo di pepe e sale,copriamo e teniamo da parte.
Al momento di servire, scaldiamo il wok o una padella antiaderente, versiamo le seppioline e facciamole saltare a fuoco vivace per 3-4 minuti.
Mi raccomando, non fatele cuocere molto, altrimenti prenderanno una consistenza gommosa!
Nelle ciotole monoporzione o in un vassoio, disponiamo qualche cucchiaiata di hummus e sopra mettiamo le seppie roventi!
portate in tavola, accompagnando il piatto,se volete con dei pomodorini, dei crostini o della piadina croccante.
Sentirete che delizia!



Cari amici lettori, vi sono mancata?
lo so che è un po che non scrivo più nel mio blog, ma sono stata a fare una vacanzina con l'omo a Berlino ed il blog è passato in secondo piano!!
prometto però di recuperare subito il tempo perso e di raccontarvi tra l'altro tutte le cose buone e strane che ho avuto modo di assaggiare lassù, tipo le kartofelkeller, cioè patate arrostire con la buccia e poi farcite con mille salse diverse, mi riprometto di prepararle al più presto e di postarne la ricetta per tutti voi che mi seguite!
Ora vi saluto, mi metto su a scrivere un bel po di ricettine che ho tralasciato,  come ad esempio una piccola parte del mio menù di capodanno!
a presto!
Frida

domenica 8 gennaio 2012

tagliatelline al salmone e panna acida

Da tempo sono appassionata delle vicende di un commissario svedese che si chiama Kurt Wallander, un noto personaggio di fantasia dello scrittore Henning  Mankell.
Così, viaggiando con la mente in quei luoghi a me così sconosciuti, mi sono trovata, una domenica mattina a voler preparare qualcosa di nordico, dal sapore strong, come i frugali pasti descritti  in quei libri.
così, cercando in giro sul web, ho visto che sono tipici della Svezia piatti a base di patate, salmone, aringhe e carni molto speziate e sopratutto le salse, come quella ai frutti di bosco o a base di aneto.
Ho poi trovato anche su un blog che riproponeva le ricette della parodi, dei tagliolini con salmone affumicato e panna acida....buoni ,mi son detta, e così, mi sono messa ai fornelli ed è nato questo piatto.
ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di tagliatelline all'uovo
  • 200 gr di salmone fresco
  • olio evo
  • un cucchiaio di aneto secco o fresco
  • un bicchierino di vodka
  • mezzo limone
  • 2 patate
  • 250 ml di panna 
  • sale e pepe
per prima cosa  sbucciamo le patate e facciamole a dadini di un cm circa( non serve il righello!!!) e  mettiamo a bollire dell'acqua per cuocere le tagliatelle.
in una padella mettiamo un filo d'olio, il salmone tagliato a dadini e l'aneto.
Saltiamo il tutto velocemente per 5 minuti e sfumiamo con la vodka. facciamo fiammeggiare e teniamo da parte.
Mescoliamo la panna con il succo di limone(otteniamo così della panna acida) e teniamo da parte.
tuffiamo le patate nell'acqua in ebollizione salata, aspettiamo 4 o 5 minuti e tuffiamo le tagliatelle.
scoliamole al dente, con le patate e tuffiamole nella padella con il salmone, aggiungiamo la panna ed un mestolo di acqua di cottura.
Saltiamo velocemente per far amalgamare tutti gli ingredienti e serviamo roventi!!!!
Mi raccomando, essendoci la panna, questo piatto tende ad asciugarsi molto velocemente, abbiate perciò l'accortezza di tenere la salsa molto liquida.A piacere spolverate con pepe nero.

sabato 7 gennaio 2012

SPAGHETTONI ALLA CREMA DI CAVOLFIORE

Il cavolo ha modesto contenuto nutrizionale, contiene però molte fibre, che danno elevato senso di sazietà e sali minerali che aiutano a ricostituire le riserve dell'organismo.
Unito ad un buon carboidrato, costituisce da se un pasto completo e sicuramente di effetto dietetico.
Quindi, oggi, per la remise en forme post feste, pasta al broccolo!!!!
ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr di spaghettoni
  • 1 spicchio d'aglio
  • 4 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva
  • sale, rosmarino e peperoncino
  • 1 cavolfiore bianco di circa 500 gr

pulite bene il cavolfiore e dividetelo in tanti piccoli pezzetti.
Lessateli in acqua salata per 10 minuti.
Scolatateli e tenete,se potete da parte l'acqua di cottura, la utilizzeremo poi per cuocere gli spaghettoni!
prendete un padellino, versateci l'olio, lo spicchio d'aglio tagliato a fettine sottili, mezzo peperoncino ed un rametto di rosmarino.
Lasciate imbiondire con la fiamma più bassa che avete.
A questo punto tuffate gli spaghetti nell'acqua di cottura del cavolfiore, frullate il cavolfiore con l'olio piccante profumato all'aglio e rosmarino( che avrete eliminato) e se occorre qualche mestolo di acqua di cottura della pasta.
Scolate la pasta al dente e saltatela velocemente in padella con la crema di cavolfiore....e buon appetito!
Potete arricchire questo primo piatto con delle triglie saltate velocemente in padella, delle alici sotto sale, della pancetta o salsiccia, avendo cura peròò negli ultimi due casi, di diminuire la quantità di olio.
il rosmarino si può sostituire anche con salvia o timo, per un sapore meno deciso, poi se proprio il pallore di cavolfiore vi sembra troppo cibo dietetico, arricchitelo, prima di frullarlo con una manciata di pomodori secchi!

giovedì 5 gennaio 2012

MINESTRONE LEGGERO!!!!

Eh si ragazze, non so voi, ma io, inevitabilmente come ogni anno, ho messo su un paio di chili tra natale e capodanno.
Quest'anno però, mi sono ingegnata: ho deciso finalmente di alternare giornate goderecce alle quali non si può certo dire di no a giornate di"depurazione, per bilanciare un attimo la conta delle calorie, senza affamarsi e soprattutto senza perderci di gusto.
Ora so che il minestrone magari non è una ricetta da blog, perchè non c'è niente di difficile nel prepararlo, però, visto che io uso questo spazio come un diario, anche alimentare, mi piace poter mostrare anche le cose più semplici.
ingredienti per 2 persone:

  • 300 gr di minestrone surgelato 16 verdure
  • 1 piccola cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d'aglio
  • 4-5 foglie di basilico
  • 4 pomodorini
  • sale
  • peperoncino
  • rosmarino
  • olio extra vergine d'oliva
  • 100 gr di pasta mista (avanzi)
Prendo una casseruola, metto un cucchiaino d'olio e ci lascio stufare a fuoco lento per 5 minuti la cipolla tritata,lo spicchio d'aglio in camicia ,la carota e il sedano a pezzettini, aggiungo i pomodorini a pezzi e il minestrone surgelato.
Aggiungo un cucchiaino di sale, 2 foglie di basilico e qualche ago di rosmarino e lascio insaporire e scongelare per altri 5 minuti.
Aggiungo poi acqua bollente e copertura e lascio cuocere per un ora.Aggiungo poi la pasta spezzettata, lascio cuocere altri 15 minuti, aggiusto di sale, aggiungo il basilico e un filo d'olio e servo bollente...scalda il corpo e la mente!!!!!!

ortaggi al gratin di pesce

quest'anno abbiamo passato il natale soli soletti nella nostra casina siciliana, così in preparazione del tanto agognato ritorno a casa, mi trovavo a dover svuotare il frigo ed il freezer per poter staccare tutto(staremo via per un mese!).
Ecco quindi la prima di una serie di ricette che io chiamo"svuota-frigo", più che ricette sono idee, spunti per non buttare via nulla!
Così ecco cosa avevo stavolta da smaltire nel frigo:

  • 1 peperone
  • 2 zucchine
  • mezza scatoletta di tonno
  • qualche bastoncino di surimi
  • 2 fette di pane raffermo
  • una piccola quantità di albume avanzato 
  • un pezzettino di provola affumicata
  • 1 spicchio d'aglio e prezzemolo
  • sale e pepe
Ho deciso così di realizzare un gratin, in modo che una volta preparato, in 5 minuti, me ne sarei potuta dimenticare, per dedicarmi ai mille bagagli!
Procedimento:
divido il peperone in 4, ricavando così delle simil barchette.Taglio le zucchine in due pezzi per il lungo e le scavo con un cucchiaino, tenendo da parte la polpa. Salo il tutto e metto a testa in giù a sgocciolare finchè non preparo la farcia.
A questo punto prendo il pane, lo spezzetto con le mani, o col mixer se è troppo duro, in modo da ottenere una panura grossa, ci aggiungo il tonno sgocciolato, i surimi affettati, l'aglio ed il prezzemolo tritati e l'albume.Impasto per bene, aggiusto di sale e pepe e passo a riempire le verdure, già salate in precedenza.
Metto sulle verdure l'olio del tonno, solo se in olio d'oliva, ed una spolverata di pangrattato.
Poi via, tutto in forno a 180° per un ora, coperto con  dell'alluminio, poi a gratinare con solo funzione grill per 10 minuti.
Se volete prima di servire, mettete sopra una fettina di formaggio, io avevo scamorza, e lasciate altri 3-4 minuti a gratinare.
Questa ovviamente è solo un idea per recuperare ciò che avete in avanzo nel frigo, mio marito però, non sapendo di questo sotterfugio, le ha mangiate davvero di gusto, tanto che me le ha pure richieste!!!!