mercoledì 28 dicembre 2011

PANETTONE AL CIOCCOLATO E MANDORLE

Erano anni che non facevo un panettone in casa, ricordo che le prime esperienze con il panettone furono a dir poco disastrose, sopratutto perchè non avevo ne planetaria, ne camera di lievitazione!
Quest'anno invece, mi son detta di riprovare, modificando un po' quella che era la vecchia ricetta e sopratutto con l'ausilio della super planetaria ed il risultato è stato davvero più che ottimo!
ingredienti per un panettone da 1,5 kg, o due da 750, fate voi!
la ricetta si suddivide in 3 impasti, gli ingredienti quindi ve li riporto così come dovrebbero essere utilizzati:

  1. biga:
  • 80 gr farina mix 00 e manitoba
  • 8 gr di lievito di birra
  • 40 gr di acqua
     2. impasto:

  • la biga
  • 150 gr di farina mix
  • 2 gr di lievito di birra
  • 45 gr di zucchero
  • 130 gr di uova
  • 40 gr di burro
     3. incordatura e pirlatura

  • 2° impasto
  • 300 gr di farina mix
  • 150 gr di zucchero
  • 150 gr di uova
  • 50 gr di tuorli
  • 4 gr di sale
  • 10 gr di miele
  • 120 gr di burro morbido
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 150 gr di mandorle
  • vaniglia, arancio e limone grattugiati
Procedimento:
Impastate la biga, fino ad ottenere una pallina compatta. Immergetela in una bacinella con dell'acqua tiepida e lasciatecela finchè non viene a galla.
L'acqua calda della bacinella attiverà i lieviti ed eliminerà eventuali odori del lievito di birra.
Prendete la pallina venuta a galla ed impastatela con la farina del secondo impasto, il lievito sbriciolato, le uova versate a filo sull'impasto, per farle bene assorbire, lo zucchero ed infine, quando è tutto asciutto d amalgamato, il burro morbido.Lasciate impastare per mezz'ora, poi coprite con un panno bagnato e lasciate raddoppiare ad almeno 24°.
Prendete il vostro impasto lievitato, sgonfiatelo, ed impastatelo con le uova della fase 3,poi con la farina, il sale, il miele, i tuorli, lo zucchero ed infine, quando è tutto ben assorbito, aggiungete il burro.
E' importante aggiungere un ingrediente alla volta ed aspettare che sia ben assorbito dall'impasto prima di aggiungere il successivo.
Aggiungete gli aromi e lasciate impastate per 40 minuti, finché non risulterà tutto ben incordato; la pasta, dovrà essere molto elastica e resistente, si dovrà stendere senza bucarsi, come fosse un velo!
aggiungete a questo punto il cioccolato e le mandorle, lasciate impastare ancora 5 minuti.
Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare al caldo per almeno 40 minuti.
riprendete l'impasto, stendetelo sulla tavola di legno infarinata e formate una palla, lisciandola bene con i palmi delle mani.
Mettete la palla nello stampo, coprite e lasciate lievitare per 2 ore e mezzo al caldo, mi raccomando.
scoprite lo stampo, accendete il forno a 200° statico.
cospargete delle mandorle e dello zucchero a velo sul panettone. nebulizzate con del latte ed infornate per 15 minuti, abbassate poi la temperatura a 180° e continuate la cottura per altri 40 minuti. Se la superficie dovesse colorire troppo, coprite il panettone con dell'alluminio.
Sfornate il panettone e  mettetelo a freddare a testa in giù. Consumatelo il giorno dopo!
MI RACCOMANDO è MOLTO IMPORTANTE RISPETTARE I TEMPI DI LIEVITAZIONE E SOPRATUTTO AVERE UN LUOGO MOLTO CALDO PER FAR LIEVITARE BENE I PANETTONI, UNA LUNGA LIEVITAZIONE DOVUTA A POCO CALORE,INFATTI, FAREBBE SGONFIARE IL PANETTONE IN COTTURA....
ora, non lo dite in giro, vi faccio vedere cosa succede se il panettone lievita troppo....

purtroppo faceva davvero troppo freddo in casa e non sono riuscita ad ottenere nemmeno 20° per farlo lievitare, così, ci ha impiegato tutta la notte e poi, ovviamente, la lievitazione non ha retto la cottura....che disastro!!!!!!!
Questo ovviamente è da buttare, il sapore è notevolmente acido e dentro non è ancora del tutto cotto... quindi mi raccomando!!!!!! se volete panettonare, fate in modo di avere un luogo caldissimo!!!!!!!!!!!!!
con questo panettone partecipo al contest di milena:
http://www.lascimmiacruda.info/2011/11/20/il-contest-di-natale-in-collaborazione-con-cascina-san-cassiano/

Nessun commento: