mercoledì 30 novembre 2011

pizzette di patate una tira l'altra!

ecco una ricetta per fare delle pizzette leggere e croccanti, sono ottime per un aperitivo veloce, per una cena in piedi, o anche per stupire i vostri ospiti!!
Io le impasto con la macchina del pane, perché mi permette di fare altro, mentre lei lavora per me, ma si possono fare tranquillamente a mano o con una qualsiasi planetaria!
ingredienti per 40 pizzettedi 6-7 cm di diametro:

  • 250 gr di farina 00
  • 70 gr di patate lesse
  • 50 gr di acqua tiepida
  • 75 gr di latte
  • 20 gr di olio EVO
  • 10 gr di lievito di birra
  • un cucchiaio di miele
  • 2c cucchiaini di sale
  • origano, rosmarino e pomodorini
Schiacciare con una forchetta la patata, mescolatela con il latte, l'acqua e l'olio, aggiungete il miele e la farina e fate impastare finché non avrete un composto asciutto e morbido. Mettete a lievitare finché il tutto non raddoppia.
Stendete la pasta spessa un cm, coppate le pizzette, bucherellatele con una forchetta al centro e mettetele su una teglia a ri-lievitare.
A piacere potete farcirle con pomodorini e origano, con rosmarino, con la salsa di pomodoro o come più vi piace.Le verdure o i pomodorini, io consiglio comunque di metterli subito.
lasciate ri-lievitare in un posto caldo, mettete un filo d'olio, sale in superficie ed infornate per 20-25 minuti a 200° statico.
Sentirete che delizia!!!!!!!!
con questo post partecipo al contest di pane e olio!!!!!!!!

crema di patate israeliane con fiori di vitella

Questa estate ho fatto una grande scoperta. Un mio vicino di casa, si presenta un giorno con una cassettina in mano con delle patate, tutte insabbiate, e mi dice: "prova un po' stè  patate, che sono ebree... poi dimme come sono!"
Sconcertata dal sapere che ora anche le patate hanno una religiosità, mi metto a cercare un po' su internet, per cercare di capire, che razza di prodotto avessi in casa.
Ho così scoperto che c'è una vasta produzione di patate a pasta bianca e rossa, in Israele, pare infatti che il clima arido, ed il terreno così fine che sembra sabbia, giovi molto a questa patata, che si presenta subito molto compatta, per niente acquosa e molto saporita.
Ma veniamo alla ricetta per 4 persone:

  • 400 gr di patate a pasta bianca
  • un cipollotto
  • 1 lt di brodo vegetale
  • un mazzetto di prezzemolo
  • un pizzico di zenzero
  • olio EVO
  • 4 fette di vitellone sottili
  • 4 fette di melanzana grigliate
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • sale e pepe
In una casseruola fate imbiondire il cipollotto tritato,aggiungete le patate fatte a pezzi, regolate di sale e pepe e fate dorare per 5 minuti.
Coprite con il brodo bollente ed un pezzetto di zenzero e portate a cottura.
Prepariamo i fiori: battete le fette di carne, salatele e pepatele, adagiateci le fette di melanzana ed arrotolate ciascuna fettina su se stessa. Chiudetela con 2 stuzzicadenti, mi raccomando di stringerla per bene.
mettetele in padella con un filo d'olio ed una grattugiata di zenzero, fate rosolare leggermente e sfumate con il vino. Fate cuocere 10 minuti.
Prendete il prezzemolo, tuffatelo per 10 secondi in acqua in ebollizione e poi subito nel ghiaccio.
Così facendo conserveremo la clorofilla.
Prendiamo le patate, eliminiamo lo zenzero e frulliamole con un mixer fino a farle diventare cremose e lisce.
prendiamo un mestolo di patate, aggiungiamo il prezzemolo e frulliamo anche quello.
prendiamo gli involtini, togliamo gli stuzzicadenti e tagliamoli in due o tre parti.
Impiattiamo la crema di patate, con una cucchiaiata di prezzemolo, a creare un gioco di contrasti e gli involtini, disposti a fiore.
Lo zenzero ed il prezzemolo, daranno una nota di freschezza e rotondità per un piatto semplicissimo e molto delicato
Potete servirlo sia come antipasto, in monoporzioni, diminuendo le quantità oppure come secondo sfizioso
con dei crostini di pane.
Con questa ricetta partecipo last minute al contest di pane e olio!!!!!!

domenica 27 novembre 2011

Cotoletta alla milanese

Quella che vi presento oggi è una ricetta che non si può proprio considerare dietetica, ma secondo me, almeno una volta al mese, mangiare una buona cotoletta, fatta a modo, può solo rallegrarci la giornata e far gongolare il nostro palato.

Perciò, domenica scorsa, sconfortata dall'ennesimo acquazzone siciliano ho deciso di regalarmi questa prelibata leccornia, accompagnata da un buon Prosecco (dicono che le bollicine sgrassano!!)e delle chips di verdure miste.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 fette di lombata di vitello, con o senza osso
  • 4 fette di pane raffermo*
  • 3 uova
  • 300 gr di burro chiarificato** o di strutto
  • sale e pepe
Vi consiglio di prendere delle fette alte almeno un cm di carne, la ricetta originale, dice che devono essere alte come l'osso, anche se a me sembra un po' eccessivo...
salate la carne e pepatela.
Prendete il pane raffermo, tostatelo leggermente e tritatelo nel mixer.
sbattete le uova con un pizzico di sale, tuffateci le fette di carne e panatele per bene con la panura preparata.
Rituffatele poi nell'uovo e nella panura per una seconda volta.
In una casseruola fate scaldare il burro o lo strutto. Quando comincia a sfrigolare, aggiungete la carne e fatela cuocere fino a doratura da entrambi i lati.
Ci vorranno all'incirca 5 minuti, se avete delle fette di un cm.
Scolate la carne su della carta assorbente e servitela bollente!!!

* uso il pane raffermo perché il pane grattugiato che si compra di solito è sempre troppo fine e poi insomma, quando si fa un piatto prelibato, vorrete sapere bene cosa c'è dentro!!!

**il burro chiarificato si trova già pronto al supermercato, ma potete farlo anche da sole, sciogliendo il burro e facendolo solidificare senza toccarlo. Affiorerà tutta la caseina ed i liquidi, quelli che fanno bruciare subito il burro solitamente.

giovedì 24 novembre 2011

torta tiramisù

Di sicuro effetto e sempre gradito a tutti è il tiramisù! questa volta però lo propongo assemblato come una torta.
Quindi non la solita mattonella, ma un omaggio a riccioli di panna e cacao che lascerà di sicuro a bocca aperta  tutti i vostri commensali!
passiamo agli ingredienti per 8 persone:

  • 400 gr di savoiardi
  • 500 gr di mascarpone
  • 500 gr di panna fresca da montare
  • 6 gr di colla di pesce o 4 gr di agar agar(per i vegetariani)
  • 5 caffè fatti con la moka
  • 6 uova
  • 400 gr di zucchero
  • 2 cucchiai di liquore al caffè
  • 50 gr di zucchero per la bagna
  • cacao amaro
  • 1 bacca di vaniglia
in un pentolino mettiamo 200 gr di zucchero e mezzo bicchiere d'acqua, portiamo a bollore, senza mescolare. Dobbiamo raggiungere una temperatura di 121°, quindi dobbiamo aspettare che si formino tante piccole bollicine tutte uguali.
Separiamo i tuorli dagli albumi, montiamoli e non appena lo zucchero è pronto, versiamolo nella ciotola, facendo attenzione a versarlo sulle pareti e non sull'uovo. facciamo montare fino a raffreddamento.
Prendiamo gli albumi e montiamoli con 100 gr di zucchero, prepariamo altri 100 gr di zucchero a 121° e versiamoli sulla meringa come per i tuorli; mescoliamo fino ad avere una meringa bella lucida.*
Ammolliamo la colla di pesce in acqua fredda.
Montiamo la panna con 3 cucchiai di zucchero e le bacche di vaniglia.
incorporiamo al tuorlo il mascarpone, metà della panna e metà della meringa.
Stemperiamo la gelatina in 2 cucchiai di caffè caldo e versiamone metà nella crema tiramisù e metà nella panna montata.
Prepariamo la bagna mescolando il caffè ristretto con il liquore e con lo zucchero, io ne metto sempre poco, o niente....
Montiamo la torta: prendiamo una scodella che abbia il fondo arrotondato, rivestiamolo con della pellicola e formiamo 3 strati alternando crema tiramisù, savoiardi  inzuppati e polvere di cacao. Terminiamo con i biscotti.
facciamo freddare il tutto in freezer.
3 ore prima di servire, sformate la torta, mettetela sul piatto di servizio e decoratela con tanti ciuffi di panna montata al caffè che avevamo preparato in precedenza... spolveriamo di cacao prima di portare in tavola e... preparatevi allo stupore dei commensali!!!!!


*QUESTO PROCEDIMENTO, UN PO' LUNGO E COMPLICATO SERVE PER STERILIZZARE L'UOVO. IO LO USO SEMPRE.
In alternativa, potete usare della crema pasticcera neutra, senza aromi, ma il risultato sarà differente....
oppure, usare l'uovo crudo, solo tuorli ben montati e magari un grammo di gelatina in più per far si che non si smonti il tutto.
BUON APPETITO!!!!!!!!!!!

martedì 22 novembre 2011

spaghettoni alle telline


Oggi voglia di mare... voglia di sole...voglia d'estate...
Ma visto che siamo a novembre e che sopratutto piove da due settimane, quasi ininterrottamente, il mare me lo porto a casa, con un primo veloce veloce, fresco e con i profumi dell'estate, ahimè lontana!
ingredienti per 4 persone:
  • 400 gr di spaghettoni Cavalieri
  • 500 gr di telline
  • 10 pomodorini
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 fette di cipolla
  • prezzemolo fresco
  • olio EVO
  • sale e peperoncino
  • la scorza di un limone
  • mezzo bicchiere di vino bianco
mettiamo a bollire una pentola con dell'acqua.
In una padella tritiamo la cipolla, l'aglio e il peperoncino, facciamoli imbiondire nell'olio e tuffiamoci le telline.
Sfumiamo con il vino bianco, incoperchiamo e lasciamo cuocere per 5 minuti.
Aggiungiamo i pomodorini a pezzetti, saltiamo per 3-4 minuti e teniamo da parte al caldo.
cuociamo la pasta, scoliamola al dente e saltiamola nella padella con le telline.
aggiungiamo un mestolo dell'acqua di cottura della pasta. prima di servire aggiungiamo il limone grattugiato ed il prezzemolo....Buon Appetito!

polentine con salsa alle noci, ricotta e speck

Oggi vi delizio con un antipasto dal profumo invernale, una mia rivisitazione della classica polenta.
il bello di questa ricetta è che la puoi preparare tranquillamente il giorno prima ed assemblarla in 10 minuti prima di servirla.
ingredienti per 4 persone:

  • 150 gr di farina per polenta bramata
  • 250 gr di ricotta
  • 200gr di speck affettato sottilmente
  • 100 gr di grana grattugiato
  • 200 gr di noci sgusciate
  • 100 ml di besciamella
  • olio EVO
  • sale e pepe
veniamo al procedimento:
per chi come me ha la pazienza di stare li a girare e rigirare, usi la polenta normale, per chi invece ha i minuti contati, prenda pure un'istantanea.
mettete a bollire 300 ml d'acqua con del sale ed un filo d'olio, versate la polenta a pioggia a frustate per bene, fino a cottura(30 minuti per la normale, 4-5 per la rapida)
nel frattempo, comunque tostate per qualche minuto le noci in una padella,tritatele poi  a coltello, lasciandola piuttosto grosse e dividetele in tre parti.
tritate anche lo speck a listarelle ed tostate anch'esso per 2-3 minuti.
quando la polenta sarà pronta, aggiungete una manciata di speck e una di noci, mescolate bene , e versate il tutto in degli stampini di alluminio, io uso quelli usa e getta da budino.
Fate freddare.
preparate la salsa per nappare i tortini; prendete la besciamella , aggiungete metà grana, ed un altra manciata di noci, aggiustate di sale e pepe e frullate il tutto.
prendete la ricotta, mescolatela con in grana e le restanti noci, aggiungete un filo d'olio, abbondante pepe,sale e mescolate bene. Create delle quenelles o palline con la ricotta.
Assembliamo il piatto. Accendiamo il forno a 150° inseriamoci dentro le polentine.
sul fornello scaldiamo la besciamelle aromatizzata alle noci.
Su un vassoio, o nei piatti individuali,mettiamo una cucchiaiata di salsa, la polentina, a quenelles sopra e spolveriamo tutto con lo speck croccante... buon appetito!

con questa ricetta partecipo al contest di giulia:
http://loveatfirstbite-giulia.blogspot.com/2011/10/il-mio-primo-contest-una-polvere-doro.html

lunedì 21 novembre 2011

penne e ragù di calamari

quest'oggi vi presento un ragù, si ,ma di mare.
Semplice nella sua realizzazione, e particolarissimo nel gusto, arricchito ovviamente da un ottima pasta di qualità, perchè bisogna sempre ricordare, che un buon piatto di pasta, si fa in primis con un ottima pasta!
passiamo agli ingredienti per 4 persone:
  • 400 gr di penne Benedetto cavalieri
  • 400 gr di calamari
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • un mazzetto di prezzemolo
  • olio EVO
  • sale e peperoncino
  • 10 pomodorini datterini sodi
Mettiamo a bollire una pentola con dell'acqua.
Prendiamo carota,sedano, cipolla e l'aglio, tritiamoli finemente e soffriggiamoli in una casseruola per alcuni minuti. aggiungiamo anche il peperoncino, possibilmente fresco.
Prendiamo i calamari, puliamoli se necessario, e mettiamoli nel frullatore con mezzo bicchiere di vino.
frulliamoli per qualche secondo, basta che siano tritati, aggiungiamoli al soffritto e lasciamo cuocere per 10 minuti.
Aggiustiamo di sale e facciamo riposare a fuoco spento con il coperchio.
Tagliamo i pomodorini a pezzettini, saliamoli e mettiamoli a sgocciolare in un colino.
Cuociamo la pasta e scoliamola al dente nella casseruola con il sughetto.
Saltiamo velocemente ed aggiungiamo i pomodorini e dell'acqua di cottura se necessario.
prima di impiattare, spolveriamo il tutto con abbondante prezzemolo tritato.
Buon Appetito!
Questa ricetta partecipa a :


http://www.atmosferaitaliana.it/blog/category/ricette/contest-pasta-cavalieri/

domenica 20 novembre 2011

ruote Cavalieri ai profumi del bosco

Quello che sto per presentarvi oggi è un primo veloce veloce, semplice nel condimento ma gustosissimo grazie all'ottima qualità della pasta ed ai funghi porcini che ci fanno assaporare il Natale che ormai è alle porte.
ingredienti per 4 persone:
  • 400 gr di ruote Benedetto Cavalieri
  • 1 spicchio d'aglio
  • 100 gr di speck
  • 150 gr di funghi porcini
  • 250 gr di funghi champignon
  • 150 gr di funghi chiodini
  • olio EVO
  • sale e pepe
  • un rametto di salvia
Per prima cosa mettete a bollire una bella pentola con dell'acqua.
in una padella tritale l'aglio, fatelo soffriggere con 4 cucchiai d'olio e la salvia, aggiungete lo speck tritato e i funghi (in scatola o freschi).
Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco secco, aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco lento.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela, ancora al dente nella padella con il sughetto,
saltate per 2-3 minuti, se necessario aggiungete un po' di acqua di cottura della pasta, per creare una gustosa cremina.
Impiattate e buon appetito!!!
questa ricetta partecipa a:

venerdì 4 novembre 2011

parmigiana di melanzane...di mare

questa è una creazione last minute, non so se qualcuno prima di me l'abbia mai fatta. io so solo che a me è venuta in mente strada facendo, mentre affettavo le melanzane e  preparavo la salsa.
ingredienti:

  • 2 melanzane grandi
  • 1 barattolo di pelati
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • un mazzetto di prezzemolo
  • olio d'oliva
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 100 gr di vongole surgelate
  • 100 gr di calamari
  • 100 gr di merluzzo
  • sale e peperoncino qb
  • 300 gr circa di grana e provola grattugiati
tagliamo le melanzane e passiamole sulla piastra per 3-4 minuti.
saliamole e chiudiamole in un contenitore ermetico per farle cuocere con il vapore.
in un pentolino soffriggiamo la cipolla tritata e l'aglio. Aggiungiamo i pelati, sbriciolati con le mani ed il concentrato.
dopo 5 minuti aggiungiamo il merluzzo ben spinato e sbriciolato, i calamari tritati al coltello e le vongole.So che le vongole surgelate non sono proprio il massimo, quindi se avete la possibilità di prenderle fresche scottarle, sgusciarle e congelarle sa voi, è meglio!!!
facciamo cuocere per 10 minuti, anche meno, aggiungiamo il prezzemolo, il peperoncino ed il sale, se necessario.
prendiamo una teglia da forno,stendiamo un velo di sugo, uno di melanzane(se son acquose asciugatele tra due fogli di carta assorbente)e uno abbondante di formaggio, proseguite per almeno tre strati. terminate con il formaggio ed una spolverata di prezzemolo.
Infornate a 180° per un ora, finchè non è tutto bello asciutto e gratinato... servite caldo.
Buon appetito!!!!
ecco la mia ultima ricetta per il blog di Tina ed il suo contest

giovedì 3 novembre 2011

MOUSSAKA!!!!!!

Le vacanze in Grecia quest'anno sono saltate, e così presa dallo sconforto, ho deciso di consolarmi un po' portando la Grecia a casa mia!
e così tzatziki, sarikopitakia, insalata greca e ovviamente....MOUSSAKA!!!!
Ovviamente ce ne sono diverse versioni, con le patate e senza, quelle più o meno aromatiche, ma io, mi sono attenuta a quella che prepara la mia amica Katia, che in Grecia c'è stata innumerevoli volte!!!
Ingredienti per una teglia 24x24:

  • 1 kg di melanzane scure
  • 100 ml di olio d'oliva
  • 1 cipolla bianca
  • 500 gr di carne macinata mista
  • 100 ml di vino bianco
  • 500 ml di besciamella
  • 500 gr di pomodori rossi e sodi
  • sale, pepe, origano, prezzemolo e cannella
  • una manciata di grana grattuggiato
La mia versione è più leggera dell'originale, che prevede la frittura delle melanzane.
Tagliate le melanzane a fette spesse mezzo centimetro, mettetele sotto sale per mezz'ora.
In una padella soffriggete la cipolla con 2 cucchiai d'olio, aggiungere la carne e far rosolare bene, sfumare con il vino ed aggiungere i pomodori tritati e spellati.
dopo qualche minuto aggiungere sale, pepe, origano e un cucchiaino di cannella.
fate cuocere fino all'assorbimento di tutti i liquidi.
una volta cotta la carne, aggiungere il prezzemolo tritato ed il formaggio.
Pennellare le melanzane con poco olio e grigliarle.
prepariamo la teglia, inserendo prima uno strato di melanzane,poi la carne, ben pressata, ancora melanzane e chiudiamo con la besciamella. Inforniamo a 180° per mezz'ora.
Serviamo tiepida...Buon appetito!!!

TAGLIATELLE ALLA CREMA DI ZUCCHINE E ZAFFERANO

Sembrerà strano da credersi, ma queste tagliatelle erano le preferite dei rappresentanti che si fermavano nel ristorante dove lavoravo per il fast lunch, e pensare che le abbiamo fatte quasi per sbaglio, per smaltire una cassettina di zucchine che il contadino ci aveva portato!!!
Hanno superato perfino la prova del nove, cioè quella di mio nonno, che è super-tradizionalista e boccia ogni cosa non appartenga al ricettario di famiglia, tramandato da generazioni!!

ingredienti per 4 persone:

  • 4 zucchine a buccia scura
  • 1 piccola cipolla 
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio evo
  • sale e peperoncino q.b.
  • 2 bustine di zafferano
  • 400 gr di tagliatelle all'uovo
per le tagliatelle:

  • 4 uova
  • 400 gr di farina 00
  • semola per stendere la pasta.
per prima cosa, impastiamo le tagliatelle.
Facciamo una fontana con la farina, io all'inizio ne metto sempre un po' meno, poi aggiungere le uova, sbatterle been con la forchetta ed incorporare pian piano la farina. Impastare per almeno 10 minuti, fino ad ottenere una palla bella liscia e morbida, copriamola con un canovaccio e facciamola rilassare per mezz'ora.
In una casseruola, mettiamo la cipolla a spicchi, l'aglio intero, facciamo soffriggere leggermente ed aggiungiamo le zucchine a pezzetti. Facciamo rosolare per bene e portiamo a cottura coprendo con acqua tiepida.
I tempi di cottura variano a seconda della grandezza delle zucchine, in media 15-20 minuti.
A cottura ultimata aggiungete lo zafferano e frullate il tutto.
Bisogna ottenere una crema molto liquida, se la vostra dovesse essere troppo densa, aggiungete dell'altra acqua, aggiustate di sale e peperoncino e tenete da parte.
Stendiamo la pasta in una sfoglia sottile almeno 3 mm, ricaviamone delle strisce, che arrotoleremo su se stesse con l'aiuto di un po' di semola, per non farle attaccare, poi taglieremo una volta asciugate un po'.
tuffiamo le tagliatelle in acqua bollente salata per 2-3 minuti e saltiamole poi in padella con la crema per altri 2-3 minuti.
A piacere possiamo aggiungere basilico tritato grossolanamente.
Serviamo subito e BUON APPETITO!!!

partecipo al Contest di Natalia "la pasta fatta in casa"...appena in tempo!!!!!